Al Femminile

 

“Al femminile: la voce, il corpo, la parola”, è un progetto dell’Associazione teatrale di Amandola “Os Aridum”, realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, che ha come fine l’organizzazione di una serie di spettacoli che abbracciano diverse arti sceniche e letterarie distribuiti su diversi paesi dell’area dei Monti Sibillini; più in particolare, è una sorta di “Carro di Tespi” che si sposta di paese in paese, a partire da Amandola, da Martedì 30 Ottobre a Domenica 4 Novembre 2012, iniziando con il giorno del Teatro per e dei ragazzi, seguitando con il giorno della letteratura con la presenza della poetessa marchigiana Norma Stramucci, la danza moderna con la compagnia internazionale MK, il teatro “al femminile” con l’attrice brillante Francesca Reggiani e infine la musica con la presenza di una eccellente voce della cantante californiana Sherrita Duran. Naturalmente il tutto visto con un’ottica “femminile” che non vuol dire solo “donna” ma che più in profondità va a toccare la corda della sensibilità, della dolcezza, dell’armonia, dell’intuizione, del fascino, dell’eleganza, dell’ironia, della sofferenza, della ribellione. La particolarità di questo progetto, inoltre, consiste nel fatto che alla sua realizzazione collaborano varie Associazioni e che accanto ai professionisti e prima dello spettacolo di ognuno di essi si esibiranno artisti del luogo in una speciale “contaminazione”.

Il progetto “Al femminile: la voce, il corpo, la parola”  è la dimostrazione di come opera il Terzo Settore della nostra Comunità e di come, attraverso la realizzazione di sinergie e di collaborazioni, produce valore. Infatti, da un lato, la Fondazione ha fissato le aree di intervento (grazie all’analisi dei bisogni del territorio ed al colloquio con la comunità), determinato gli stanziamenti per gli interventi (lavorando per produrre il reddito necessario), emanato un avviso per la presentazione di progetti (definendone le caratteristiche), dall’altro, l’Associazione teatrale di Amandola “Os Aridum”, ha partecipato all’avviso presentando il progetto “Al femminile: la voce, il corpo, la parola”, mettendo a disposizione le proprie professionalità, le proprie competenze e la propria capacità organizzativa e mettendo in rete altri soggetti del territorio al fine di rispondere al bisogno di crescita culturale.